Un po’ di archeologia dei biglietti aerei

Per non volare come polli
Follow Me

Un po’ di archeologia dei biglietti aerei

By Danila   /     Giu 06, 2015  /     fun, tariffe  /     , ,

Qualche giorno fa pensavo a quando ho iniziato a lavorare in agenzia: ai primi biglietti aerei scritti a mano (tipo quello riportato sotto che però non è stato emesso da me, io nel 69 non ero ancora nata),

old airline ticket

all’infernale macchina stampigliatrice e alle piastrine metalliche delle compagnie aeree,

piastrina

al fatto che a scuola mi hanno insegnato a costruire le tariffe aeree consultando un manuale mastodontico che credo si chiamasse ABC (tempo medio a biglietto aereo 2 ore di ricerche e calcoli) e che per fortuna mi sono potuta dimenticare tutto non appena messo piede in agenzia perché già si usava il computer, ma a Perito Turistico ancora non lo sapevano,

ai biglietti aerei che hanno sostituito quelli manuali con i tagliandi di carta copiativa rossa che tingevano le dita,

tkt

alla rumorosissima stampante ad aghi chiamata amichevolmente “il trattore”,

Stampante_aghi

ed ho realizzato che sono vecchia, irrimediabilmente vecchia.

Ditemi che anche voi vi ricordate di questi reperti archeologici, vi prego!

Foto valigia vintage Gratisography

3 Comments

  1. Enrico Says: 25 Giugno 2015 21:13

    Che nostalgia, io quelli stampati ad aghi ho fatto in tempo a vederli e ad usarli da passeggero! Mi capita di viaggiare spesso in Russia, lì ne girano ancora parecchi! Scritti a mano purtroppo non ho mai fatto in tempo ad averne!

    Reply this comment
  2. Alessandra Says: 16 Gennaio 2019 12:15

    Si! Ho 38 anni, ma ho iniziato a lavorare nel turismo a 16 e tutti questi pezzi da museo me li ricordo bene!

    Reply this comment

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*