Hidden city: United Airlines contro Skyplagged

Per non volare come polli
Follow Me

Hidden city: United Airlines contro Skyplagged

By Danila   /     Feb 25, 2015  /     tariffe  /     , , , ,

Ti ricordi il trucco che vi avevo svelato tempo fa conosciuto come “hidden city”? Il trucco per cui un passeggero prenota un volo con scalo e invece di sbarcare a destinazione si ferma allo scalo e non prosegue. L’argomento sta diventando sempre più attuale e scottante.

Un ragazzo di soli 22 anni, Aktarer Zaman ha creato il sito Skiplagged con lo scopo di aiutare i passeggeri nella ricerca di itinerari economicamente vantaggiosi che prevedano una città nascosta.
Questo sta facendo impazzire letteralmente le compagnie aeree che si vedono ridurre sensibilmente i guadagni. United Airlines ha deciso addirittura di intentare una causa al sito. La compagnia aerea chiede che Skiplagged venga chiuso ed un risarcimento danni di 75 mila dollari.
Anche il sito di prenotazioni Orbitz si è unito alla compagnia aerea United nella causa.
Skiplagged infatti, una volta identificato l’itinerario con la città nascosta, proponeva un tasto “prenota ora” che portava direttamente al sito di prenotazioni on line Orbitz.
Le ragioni della United Airlines sono chiare ma perché un sito di prenotazioni tipo Orbitz dovrebbe fare causa al signor Zaman? Si potrebbe pensare che l’agenzia di viaggi tragga vantaggi dal venire proposta come canale di vendita, giusto? Invece non è così, il danno è enorme.
I biglietti aerei che prevedono la hidden city sono ritenuti “scorretti” dalle compagnie aree. Queste hanno la facoltà di addebitare alle agenzie viaggi in caso di malpractice (così viene definito l’errore nel biglietto aereo o nella proceduta di prenotazione del volo) la differenza tra la tariffa più alta applicabile sulla tratta volata e quella effettivamente pagata con il trucco della Hidden city. L’agenzia di viaggi si ritrova così a dover sostenere il costo per la pratica scorretta anche se non ne è a conoscenza e il cliente prenota direttamente sul sito senza palesare l’intenzione di raggirare le regole della compagnia aerea.
Insomma l’agenzia viaggi è sempre responsabile dei biglietti che emette!!!
Da una parte abbiamo questi due colossi che intentano la causa e cercano di far chiudere Skiplagged, dall’altra abbiamo Zaman che sta raccogliendo tantissimi fondi per le spese legali tramite una piattaforma di crowdfunding… molti sono infatti i sostenitori di Skiplagged.
Sei anche tu curioso di vedere come andrà a finire questa disputa legale tra United e Skiplagged? Ti terrò aggiornato.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*