Come funzionano i rimborsi dei biglietti aerei?

Per non volare come polli
Follow Me

Come funzionano i rimborsi dei biglietti aerei?

By Danila   /     Gen 19, 2016  /     compagnie aeree, tariffe  /     , , ,

Ti avviso subito che il contenuto di questo post è piuttosto specifico, ad alto tasso di sbadigliamento quindi. Se sei un lettore abituale senza rimborsi aerei pendenti, sei quindi eccezionalmente esentato dalla lettura; “Fuggite, sciocchi!!!”.

Se sei invece un lettore catapultato su questo blog da Google alla ricerca di notizie sui rimborsi dei biglietti aerei, spero che vorrai continuare la lettura e che troverai tutte le informazioni necessarie.

I rimborsi dei biglietti aerei si dividono in due tipologie:

RIMBORSI DA REGOLA TARIFFARIA

Esempio: quando il passeggero decide di non volare e il suo biglietto aereo è rimborsabile totalmente o parzialmente.

Tempistiche: circa un mese ti sentirai rispondere dal tuo agente di viaggio.

Perché? Il rimborso da regola tariffaria viene processato immediatamente, non si attendono riconferme da parte della compagnia aerea. In caso di pagamento del biglietto aereo con carta di credito, il rimborso può avvenire solo ed esclusivamente sulla stessa carta. Se viene predisposto il rimborso dall’agente di viaggio o dalla compagnia aerea in data odierna, verrà da te visualizzato nell’estratto conto della carta relativo a questo mese (visibile generalmente il mese successivo). In caso di pagamenti con contanti presso l’agenzia viaggi, questa potrebbe rimborsarti il biglietto aereo contestualmente alla cancellazione e alla richiesta di rimborso, facendo però un’eccezione. In questo caso anticiperebbe infatti i soldi della compagnia aerea. Devi sapere che la contabilità dei biglietti aerei viene formalizzata con rendiconto mensile. La situazione più frequente infatti è che l’agente di viaggio ti chieda di ripassare per ritirare il tuo rimborso una volta che questo è stato contabilizzato e regolarizzato dalla compagnia aerea.

RIMBORSI NON DA REGOLA

Esempio: rientrano in questa categoria tutti i rimborsi che richiedono un’approvazione da parte della compagnia aerea, in pratica, tutto ciò che non è da regola tariffaria (sciopero, cancellazioni per maltempo, richiesta di rimborso per ricovero ospedaliero).

Tempistiche: il lasso di tempo varia da un mese a “io speriamo che me la cavo”.

Ovviamente scherzo, le tempistiche in questo caso non si possono definire. Procedo con lo spiegarti tecnicamente cosa succede e perché a volte dobbiamo aspettare anche qualche mese prima di ricevere una risposta da parte della compagnia aerea. L’agente di viaggio che segue la tua pratica, compila in questi casi un modulo chiamato Refund Application che viene trasmesso telematicamente alla compagnia aerea stessa. Vengono allegati a questo modulo i documenti necessari e inseriti tutti i dati relativi al biglietto aereo e relativi alla motivazione per cui si richiede il rimborso. L’ufficio rimborsi della compagnia aerea, che riceve queste richieste, man mano le “lavora”, cioè le autorizza o le rifiuta. Abbiamo compagnie aeree veloci nelle risposte e altre che lasciano che si depositi uno strato di muffa sulle pratiche e ignorano i solleciti. Mi auguro per esempio che tu non sia finito su questo blog perché preoccupato per un tuo rimborso Egyptair. Nella mia esperienza, questo è uno di quei casi in cui posso ipotizzare una tempistica vicina al suddetto “io speriamo che me la cavo”.

Spesso nessuno ti avvisa dell’avvenuto rimborso quindi prima di farti prendere dallo sconforto potrai controllare gli estratti conto della carta per ulteriore verifica. Potrai anche chiedere all’agente di viaggio il numero della tua Refund Application e utilizzarla quando vorrai sollecitare una risposta inserendola nella tua mail o comunicandola telefonicamente. Una ricerca con questo codice alfanumerico nel programma di contabilità delle compagnie aeree permette una veloce risposta sullo stato della tua pratica. Ti sconsiglio di usare il numero della Refund Application per sollecitare direttamente la compagnia aerea bypassando l’agente di viaggio che l’ha compilata e si sta occupando del rimborso, per esperienza si generano solo malintesi e si rischia di allungare ulteriormente le tempistiche.

FORSE NON SAPEVI CHE…

… come accennato prima, i rimborsi dei biglietti aerei devono avvenire tramite la stessa modalità con cui sono stati pagati. Per un biglietto emesso con carta di credito, il rimborso avverrà sempre sulla stessa carta di credito.

… hai tempo un anno dall’emissione del biglietto aereo per richiedere un eventuale rimborso. Dopo questo periodo il biglietto scade e non è più possibile processare un rimborso. [modalità ironia: on] Potrai sempre appellarti al buon cuore della compagnia aerea, sappiamo quanto sanno essere generose [modalità ironia: off].

Spero che queste informazioni ti siano state utili. Se sì, ecco la mia pagina Facebook  in cui troverai continui aggiornamenti.

Aspetto nei commenti le tue esperienze in merito ai rimborsi. Penso che ne sentiremo delle belle.

Photocredit Gratisography

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*